Il papa dice ai politici cosa fare

Ci risiamo. Il papa ha di nuovo tuonato contro i DiCo e, peggio, nel farlo ancora una volta si è rivolto esplicitamente ai politici. Testuali parole:

"Politici e legislatori cattolici, consapevoli della loro grave responsabilità sociale non devono votare leggi che vanno contro la natura umana. La famiglia è quella fondata sul matrimonio tra uomo e donna".

E' successo ieri durante l'esortazione post-sinodale Sacramentum Caritatis. E ancora una volta lo stato laico si va a far benedire. Il centrosinistra infatti ha parlato di ingerenza della chiesa nello stato (e fondamentalmente in cose che non lo dovrebbero riguardare). Il centrodestra ha invece avuto il coraggio di dire che gli attacchi alla chiesa sono ingiusti. Ingiusti? Ingiustificati? Ma a voi sembra plausibile che in uno stato democratico e laico il papa debba dire ai politici come comportarsi? La chiesa deve avere come unico referente l'uomo cattolico, non il politico. Se no si chiama ingerenza. Altro che... Ma tant'è che le cose stanno così... e così ce le teniamo...

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: