Cardinale Caffarra ancora contro le nozze gay

Altra occasione per condannare le unioni omosessuali

foto cardinal caffarra

Durante l'omelia della Messa per la festa della Sacra Famiglia, l'arcivescovo Carlo Caffarra ha approfittato per ribadire il proprio sdegno e la condanna assoluta verso le unioni tra due persone dello stesso sesso. Prima di tutto, un discorso generale (e generalizzato) per anticipare il commento:

"Dio ci guardi dai decreti o leggi emanate a seconda del trend della moda"

Poi ecco arrivare l'esplicito affondo sia contro i matrimoni omosessuali sia contro le famiglie che hanno genitori gay:

"Il matrimonio avviene fra un uomo con una donna (...) Il bambino ha diritto ad un uomo ed ad una donna che siano suo padre e sua madre; e quindi non possono essere sostituiti da due adulti dello stesso sesso che non sono, ma 'fanno' da padre e da madre"

Alla base, ovviamente, secondo il religioso, il classico volere di Dio:

"La famiglia si trova ad essere il terreno di scontro fra il potere di questo mondo e la voce di Dio. Uno scontro che avviene in primo luogo nel cuore, nella coscienza di ogni uomo e di ogni donna. E' in essa che la voce di Dio risuona; è nel cuore che il divino progetto di Dio sul matrimonio e la famiglia è scritto. Ma dall'altra parte potenti lobbies in possesso non raramente dei mezzi della produzione del consenso, cercano di distogliere gli uomini e le donne dall'ascoltare la voce di Dio che parla nella loro coscienza"

A quanti era mancano il riferimento alle famose lobby omosessuali? Nemmeno per le feste è possibile non nominarle, per qualcuno...

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: