The Game: "Ci sono molti gay che fingono di non esserlo ma poi potrebbero attaccare l'Aids alla gente"

the game parla dei gay

Il cantante The Game ha espresso la sua opinione sui gay che si nascondono e che celano la propria identità sessuale, sopratutto nell'ambiente della musica (e dei rapper). Ecco quello che ha dichiarato l'uomo, usando la terza persona singola (eh, che c'è da fare... lui ama esprimersi così...):

"Game non ha problemi con le persone gay. Game ha problemi con le persone che fingono di non esserlo. Il problema numero uno di questa cosa è che potresti prendere in giro la gente e potresti attaccargli l’AIDS e potrebbero morire. Quindi questa merda di non dichiararsi è veramente spaventosa"

Ecco. Ci siamo. Ancora l'equivalenza Gay = Aids. Perché dopo anni e anni di spiegazioni mediche, per qualche rapper, dichiararsi gay è fondamentale perché se lo neghi rischi di attaccare l'Aids a qualcun altra.

E poi entra nel dettaglio:

"Ho collaborato con un rapper gay? Probabile. Sì. E non essendo dichiarato, fingeva di andare dietro alle ragazze e vivere lo stile di vita rap, ma in realtà è un fan degli uomini. Ci sono un sacco di fan degli uomini nell’hip-hop"

Bene, The Game. E quindi?

Via | Soundsblog

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: