Arriva a Catania il registro delle unioni civili

Il regolamento avrà dei punti innovativi. Il provvedimento, presentato da Marco Consoli, è al vaglio

Arriva a Catania il registro delle unioni civili

Catania, come altre città siciliane, Catania che invoca a gran voce il registro delle Unioni civili, come Siracusa, com'è accaduto al Capoluogo Palermo, e in ultimo a un'altra provincia, Enna. Catania che riesce ad ottenere quest'equiparazione.

Proposta dall’assessore Marco Consoli, l'istituzione di un registro di unioni civili è ora al vaglio del Consiglio comunale. Enzo Bianco il Sindaco della città dell'Etna ha fatto sapere:

“Uno strumento di civiltà al quale abbiamo lavorato con attenzione per mettere a punto meccanismi innovativi, tali da produrre effetti concreti nei rapporti con il Comune”.

Il Sindaco, aveva puntato alle unioni civili anche durante la sua campagna elettorale, impegno che ha mantenuto con i suoi cittadini. Nel discorso Enzo Bianco, ha sottolineato alcuni punti del registro, che introducono novità rispetto ad altri Comuni:

Noi arriviamo un po’ in ritardo, ma il regolamento messo a punto è, come detto, estremamente innovativo. Assicureremo a tutte le coppie di fatto catanesi, una volta iscritte nel registro delle unioni civili, il principio di parità nei confronti di quelle sposate, riconoscendo loro gli stessi diritti in materia di sanità e servizi sociali, casa, sport e tempo libero, diritto di cittadinanza e partecipazione.

D’altra parte, soltanto concedendo a tutti i cittadini, a prescindere da sesso, etnia, religione, nazionalità, i medesimi diritti, potremo avere una società più aperta, tollerante e civile

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail