Cinque lesbiche che hanno lasciato il segno nel 2013

Ecco cinque donne lesbiche che hanno lasciato il segno in questo 2013.

Cinque lesbiche che hanno lasciato il segno nel 2013

Alla fine dell’anno, si sa, si fanno i conti e ci si guarda un po’ indietro per valutare quanto è successo nei giorni mesi che sono trascorsi e, se il caso, programmare qualcosa per il futuro. In questo periodo, poi, impazzano le liste e le classifiche su tutto e su tutti. Così anche su Queerblog ci vogliamo soffermare su alcuni aspetti della vita LGBT che abbiamo trattato.

Iniziamo guardando a cinque lesbiche che in quest’anno hanno lasciato un segno.


  1. Jodie Foster: dopo tutta una vita passata non certo a nascondersi, ma nemmeno a parlare pubblicamente della sua vita provata, l’attrice Jodie Foster ha fatto coming out (o almeno così sono state interpretate le sue parole) durante la cerimonia dei Golden Globes lo scorso gennaio. L’attrice continua a difendere la sua privacy, ma è importante che una persona famosa come lei abbia parlato apertamente del proprio orientamento sessuale. Secondo i ben informati, al momento Jodie Foster sta frequentando Alexandra Hedison, fotografa ed ex di Ellen DeGeneres, che abbiamo già visto in The L Word.

  2. Edith Windsor: a ottantaquattro anni, dopo essere rimasta vedova della sua compagna, Edith Windor ha cambiato la storia degli Stati Uniti d’America facendo sì che la Corte Suprema abrogasse il Defense of Act Marriage e ottenendo che i matrimoni ugualitari celebrati negli USA avessero gli stessi diritti federali di quelli eterosessuali.

  3. Raven-Symonè: ad agosto 2013 l’attrice Raven-Symonè ha fatto coming out via Twitter esprimendo la propria gioia per i traguardi che sta raggiungendo l’amministrazione Obama nel campo dei diritti civili. È proprio cresciuta la piccola Olivia de I Robinson!

  4. Ángeles Álvarez è stata la prima deputata spagnola a fare pubblicamente coming out e a dirsi lesbica. Lo ha fatto ad aprile, durante la Giornata della visibilità lesbica e ha affermato che nel Parlamento spagnolo ci sono lesbiche appartenenti a ogni schieramento politico.

  5. Billie Jean King, una delle più grandi giocatrici di tennis e atlete della storia, lesbica dichiarata, è stata scelta da Barack Obama per rappresentare gli Stati Uniti d’America durante l’apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi, nel 2014. Messaggio forte e chiaro contro l'omofobia in Russi.

Queste sono le cinque lesbiche che, secondo noi, hanno lasciato un segno nell’anno che sta per concludersi. Nei commenti, se volete, diteci la vostra cinquina.

  • shares
  • Mail