Roma, ventenne aggredito perché gay

Violenza omofoba a Roma: un giovane è stato aggredito perché omosessuale

omofobia-condanna

Fa sempre male al cuore leggere di queste notizie di violenza omofoba, soprattutto perché non accennano a diminuire.

Questa volta, teatro dell'aggressione è stata Roma. Nella notte di giovedì 12 dicembre 2013, un ragazzo di appena vent'anni è stato picchiato da un uomo più grande di lui, trentenne circa. In zona Porta Maggiore, lo studente è stato avvicinato e aggredito da una persona che lo ha insultato con offese omofobe e

"lo ha colpito all'improvviso rompendogli anche gli occhiali e provocandogli contusioni varie, sino a farlo cadere mentre gli gridava 'f...'"

Lui stesso ha raccontato l'accaduto una volta riuscito a fuggire:

"Mi sono rialzato e sono scappato ma quell'uomo mi ha inseguito. Poi sono riuscito a raggiungere un posto di polizia"

Adesso il ragazzo è assistito legalmente da Gay Help Line attraverso gli avvocati Mario Miano e Michelina Stefania che hanno chiesto anche le immagini delle telecamere della zona per riuscire ad identificare l'aggressore.

Secondo un'indagine, nel 2013 sono state circa 50 le violenze omofobe solo nella Capitale mentre sono circa un centinaio gli atti di bullismo. Inoltre, sette i casi di suicidio o tentato suicidio. E sono solamente quelli che sono stati resi noti alle forze dell'ordine o alla cronaca.

Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, ha dichiarato:

"Per questo c'è bisogno anche di un intervento di mediazione familiare, soprattutto quando i ragazzi non hanno fatto coming out in famiglia, anche per evitare che le aggressioni non vengano denunciate, oltre alle azioni dovute per episodi di discriminazione subite in famiglia. Sul contrasto all'omofobia c'è bisogno di un sempre maggiore intervento da parte delle Istituzioni, che supporti anche l'azione dei volontari e delle associazioni. Su questo chiediamo un incontro con il sindaco Ignazio Marino e con l'assessore Cattoi. A Roma non possiamo depotenziare gli strumenti esistenti ma al contrario vanno sostenuti"

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail