Ragazza lesbica denuncia la scuola dopo essere stata umiliata da preside e insegnante

Destin Holmes ha deciso di reagire alle discriminazioni subite. Ecco la sua storia

La scuola è spesso un ambiente difficile per qualsiasi studente e adolescente. Se non si è perfettamente integrati si può essere vittima di discriminazioni e bullismo da parte dei propri compagni di istituto. Possono essere settimane, mesi -addirittura anni- molto difficili. Ma quello che è accaduto a Destin Holmes è addirittura peggio. Perché ad essere stati causa di sofferenza nei confronti della giovane ragazza, sono stati adulti assunti nella scuola: il preside e un insegnante, incapaci di relazionarsi con lei e fonte di offese e pesanti insulti.

La giovane si è però stancata e, una volta abbandonata la scuola, ha deciso di reagire facendo causa ai responsabili. E racconta quello che le è successo al Magnolia Junior High School in Mississippi

Destin ha raccontato di essere stata presa di mira da alcuni studenti ma che né il preside né l'insegnate l'hanno mai sostenuta nel semestre in cui ha frequentato le lezioni. Anzi, a volte sono stati proprio loro ad offenderla. Un docente le avrebbe anche impedito l'accesso al bagno delle ragazze. La sua colpa? Essere lesbica e sentirsi a suo agio con abiti maschili, più casual.

Il momento peggiore è stato sicuramente uno in particolare che ricorda con dolore:

"La classe è stata divisa tra ragazzi e ragazze e non ero in squadra, ero da sola in mezzo. L'insegnante mi ha detto che dovevo stare nel mezzo . Ha detto "Si può solo essere in una sola squadra" Mi sono sentita non voluta e lasciata fuori"

Infine, il preside si sarebbe rivolto a lei definendola "pazza patetica" e sottolineando di non volere una lesbica nella sua scuola.

  • shares
  • Mail