Oslo: Sergio Lo Giudice, presidente onorario Arcigay, domani sposerà il compagno

Oslo: Sergio Lo Giudice, presidente onorario Arcigay, domani sposerò il proprio compagno

Fiori d'arancio per Sergio Lo Giudice (capogruppo PD a Bologna e presidente onorario Arcigay) e Michele Giarratano (avvocato e responsabile dello sportello legale di Arcigay): domani, presso la Corte di Giustizia di Oslo si uniranno in matrimonio. Auguri agli sposi!

Il matrimonio sarà, ovviamente, un momento di festa per la coppia e per i loro familiari e amici. Ma ha anche una valenza politica. Dice Sergio Lo Giudice, che è stato presidente dell'Arcigay dal 1998 al 2007):

“In Europa si sta giocando su vari fronti una partita cruciale fra una società aperta e inclusiva che vuole trovare nelle ragioni della sua storia gli strumenti per affrontare i cambiamenti epocali del nostro tempo e una feroce reazione conservatrice e intollerante, che punta a opporre integralismo a integralismo. Una partita fra le buone radici liberali e aperte dell’Europa e le sue male radici identitarie e violente. La Norvegia, che accoglierà la richiesta del riconoscimento giuridico, e quindi della piena dignità sociale, del nostro rapporto è stata lacerata nell’animo dalla follia fondamentalista, ma rimane un porto accogliente per chi in patria vede negati i propri diritti. Ci sposeremo con all’occhiello una rosa bianca, simbolo della testimonianza del popolo norvegese contro l’intolleranza e la violenza”.



Gli fa eco il futuro marito Michele Giarratano:

“L’Italia è rimasta insieme alla Grecia l’unico paese dell’Europa occidentale a non avere una legge che riconosca i diritti delle coppie dello stesso sesso. La nostra decisione di sposarci all’estero vuole contribuire alla battaglia per l’estensione del matrimonio civile fra persone dello stesso sesso anche in Italia. Questo diniego oggi è irrazionale e innaturale, come fu per il divieto dei matrimoni fra italiani ed ebrei in Italia dopo le leggi razziali del 1938 o per quelli fra bianchi e neri, consentiti negli Stati Uniti solo dopo il 1967. Non è più possibile che in Italia questo tema venga ignorato dal nostro Parlamento. Siamo pronti ad azioni legali anche collettive con tutte le coppie italiane dello stesso sesso sposate all’estero”.

Ricordiamo che in Norvegia il matrimonio tra persone dello stesso sesso è legale.

Foto | per gentile concessione di Sergio Lo Giudice

  • shares
  • Mail