I gay più influenti del 2013: primo posto per Wentwort Miller

Wentwort Miller è il personaggio gay più influente dell'anno: ecco i principali volti della classifica

foto wentwort miller La rivista Out Magazine è conosciuta per stilare una classifica con i cento gay più influenti dell'anno, e anche nel 2013 non si è smentita, visto che la lista delle personalità più rilevanti - fra quelle conosciute, ovviamente - è arrivata puntuale come un orologio svizzero. Chi ha vinto? No, non è Tom Daley, anche se avrebbe senz'altro meritato una delle prime posizioni: a primeggiare è Wentwort Miller, attore che ha fatto coming out lo scorso agosto, quando ha declinato l'invito al Festival internazionale del cinema della tristemente nota e omofoba San Pietroburgo.

Oltre a Wentwort Miller fanno la loro comparsa in classifica: il produttore cinematografico Lee Daniels, riconosciuto come artista dell'anno; Edith Windsor, donna protagonista di una grande battaglia legale: è grazie a lei se il Defense of Marriage Act in Gran Bretagna è stato abbattuto; Jim Parsons, attore di Big Bang Theory, che ha da poco fatto coming-out: ha ricevuto il titolo di attore comico dell'anno; Laverne Cox, che ha ottenuto il riconoscimento per la difesa dei transessuali; infine, Ian McKellen, che ricorderete senz'altro come Gandalf nel Signore degli Anelli: il titolo che gli è stato attribuito è quello di "figura leggendaria".

Ma come? nessun italiano nella classifica? Esatto, proprio così: l'unico che fa la sua comparsa nei primi cento gay più influenti del 2013 è Italo Zucchelli, direttore creativo di Calvin Klein uomo, marchia di abbigliamento che, ovviamente, non ha bisogno di presentazioni.

Una bella classifica, non c'è che dire: se aveste dovuto stilare una top ten - cento sono effettivamente troppi -, chi avreste inserito nella vostra personalissima lista?

Via | Gayburg

  • shares
  • Mail