Ignazio Marino: "Nozze gay? È un problema per chi vive ancora nel secolo scorso"

Il sindaco di Roma a favore dei matrimoni Lgbt.

Il candidato sindaco di Roma, Ignazio Marino: “Sì ai pari diritti”

Ignazio Marino si era già espresso a favore delle nozze gay in altre occasioni. Esattamente un mese fa vi avevamo riportato le sue dichiarazioni sul tema:

Non mi fa paura la parola matrimonio tra persone dello stesso sesso. Se due persone si amano, si sposano. Noi a Roma, come avevamo promesso, avremo il registro delle unioni civili.

Inoltre, apertura anche alle adozioni per persone dello stesso sesso. perché alla base c'è sempre e solo l'amore:

Mi sono reso conto che io non ho nessuna contrarietà purché l’adozione venga fatta nell’interesse primario della bimbo o della bimba.

Ebbene, sempre il Sindaco, è stato ospite dell'HuffPost Live di New York e, dopo alcune domande sull'omosessualità in Italia e sulle sue idee in merito, ha ribadito apertamente le sue idee:

Non vedo dove sia il problema. Ritengo che sia un problema per le persone, che appartengono al secolo scorso. Ma esso è passato ed è per me sorprendente che si discuta ancora al riguardo. Se mi aveste fatto questa domanda nel 1998 avreste ottenuto una risposta diversa. È qualcosa che ha a che fare con la mia permanenza qui negli States.

Marino rivela che ha conosciuto in prima persona l'argomento proprio grazie alla figlia Stefania, quando era a scuola a Philadelphia. Aveva compagni di classe con genitori gay ed erano cresciuti nel migliore dei modi, esattamente come se avessero avuto un padre e una madre.

E sulle luminarie rainbow che hanno fatto il giro del mondo, spiega:

Non tutti sono contenti ma penso che Roma debba diventare la città dei diritti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: