Costanza Miriano sui gay: "Sono geneticamente modificati. Putin? È l'uomo dell'anno"

Omofobia nelle parole di una giornalista Rai

[embed1]

Partiamo dalle origini.

Costanza Miriano è stata ospite del programma radiofonico "La zanzara". Lei è molto cattolica, da sempre, ed è diventata anche autrice del libro “Sposati e sii sottomessa”, pubblicato recentemente. Per questo motivo, tra le altre cose, è stata ospite della rubrica di Radio Due. E, nell'occasione, le sue parole hanno provocato feroci polemiche proprio a causa di un'omofobia evidente.

Ma andiamo con ordine. Prima ha condannato apertamente l'aborto, con parole dure e nette, senza alcun dubbio di base:

"Una donna incinta deve essere costretta a partorire. Dobbiamo essere tutti costretti ad aiutarla ad accogliere il figlio. Va eliminata la possibilità di abortire. Il bambino è un essere umano da subito"

Poi, secondo voi, poteva mancare una risposta sull'omosessualità? No, ovviamente. E, visto il discorso di prima, poteva supportare il discorso? Esatto. Ancora una volta... NO.

"Noi ci curiamo tanto della mozzarella che sia dop, ma l’uomo e la donna dop sono un maschio ed una femmina che generano una vita. Gli altri sono geneticamente modificati. Il progetto naturale sull’essere umano è che un maschio e una femmina generino una vita"

Quindi i gay sono geneticamente modificati perché, secondo lei, non possono generare una vita. Non lo sapevate, ma probabilmente siamo passati in qualche laboratorio senza saperlo. Chissà. E Putin, vi chiederete. Che opinione avrà su di lui? Ma la migliore, ovviamente:

"Putin mi piace. E’ l’uomo dell’anno. Le leggi sui gay sono giuste. Putin è contro la propaganda degli omosessuali, lui non permette la propaganda perché vuole difendere i minorenni"

Vi ricordiamo il titolo del libro: Sposati e sii sottomessa. Ok? Ok.

Via | Il Fatto Quotidiano

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: