La Corte costituzionale australiana boccia il matrimonio tra persone dello stesso sesso

La Corte Costituzionale dell'Australia ha vietato i matrimoni ugualitari approvati dal Parlamento di Canberra perché non rispondenti alle leggi federali.

Canberra approva il matrimonio tra persone dello stesso sesso

Con un suo pronunciamento la Corte costituzionale australiana ha proibito i matrimoni fra persone dello stesso sesso, che in precedenza il Parlamento di Canberra aveva legalizzato.

La Corte costituzionale ha giurisdizione sull’intero territorio federale e ha l’autorità di impugnare e revocare una legge votata, come nel caso della legge in questione, in uno degli stati componenti la federazione australiana. Secondo la Corte “la legge sul matrimonio non è valida per la formazione o il riconoscimento dell'unione di coppie dello stesso sesso”. La legge revocata dalla Corte è stata impugnata per la confusione che avrebbe creato fra le varie leggi matrimoniali in vigore nei diversi territori nazionali. L'Alta Corte ha stabilito all'unanimità che il

Marriage Act non prevede la formazione o il riconoscimento del matrimonio tra coppie dello stesso sesso. Il Marriage Act prevede che un matrimonio può essere celebrato in Australia solo tra un uomo e una donna.

Tale legge, stando alla Corte, rappresenta un disciplinare completo e esaustivo sulla legge matrimoniale. Va ricordato che le unioni civili fra persone dello stesso sesso sono riconosciute nella maggior parte degli stati che compongono la federazione australiana, mentre il matrimonio deve essere approvato a livello federale.

La Corte si è pronunciata su ricorso del governo australiano, ricorso avvenuto in seguito alla celebrazione di alcuni matrimoni ugualitari celebrati lo scorso fine settimana a Canberra. Rodney Croome, direttore nazionale del gruppo Marriage Equality, ha confermato di essere a conoscenza dell’unione di una trentina di coppie dello stesso sesso che ora, dopo il pronunciamento della Corte, rischiano di vedere annullato il loro matrimonio. Lo stesso Croome in lacrime ha detto che la sentenza è stata una sconfitta per l'uguaglianza del matrimonio, ma che comunque il fatto che l’Australia abbia conosciuto, pur se poco tempo, una legge che sancisce l’uguaglianza del matrimonio è un fatto molto positivo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: