In tre mesi celebrate almeno 62 nozze gay in Uruguay

Il primo matrimonio ugualitario dell'Uruguay è stato celebrato il 22 agosto 2013. Da allora 62 coppie si sono sposate nella capitale Montevideo e probabilmente altrettante celebrazioni simili sono avvenute in altre zone del paese.

In tre mesi celebrate almeno 62 nozze gay in Uruguay

Lo scorso 22 agosto Sergio Miranda e Rodrigo Borda (in foto) sono stati i primi a unirsi in matrimonio in Uruguay con la legge sul matrimonio ugualitario (anche se qualche giorno prima è stata celebrata un’unione “in extremis” in un ospedale). Da quel 22 agosto sono sessantadue le coppie dello stesso sesso che si sono unite in matrimonio, stando ai dati forniti dall’anagrafe di Montevideo, capitale, porto principale e città più popolosa dell'Uruguay.

I matrimoni tra uomini sono stati più del doppio di quelli tra donne: ci sono stati, infatti, quarantatré nozze tra uomini e diciannove tra donne.

Per quel che riguarda i matrimoni ugualitari all’interno del paese, Adolfo Orellano, direttore dell’ufficio dell’anagrafe di Montevideo, ha detto di non avere dati precisi, anche se le stime fanno pensare che ne siano stati celebrati altrettanti. Secondo Orellano sono state poche le nozze ugualitarie celebrate,

soprattutto se si considera la grande discussione che si avuta sui mezzi di comunicazione e nella società. Però è pur vero che non c’è modo di prevedere la cifra che si possa considerare ragionevole.

Stando al collettivo Ovejas Negras, infatti, commentano che sebbene sia prematuro fare una valutazione, sessantadue cerimonie nuziali tra persone dello stesso sesso sono proporzionali al livello di visibilità delle coppie lesbiche, gay, bisessuali e transessuali nella società. Federico Graña, portavoce del movimento, commenta:

Conosco moltissime persone dello stesso sesso che non vogliono sposarsi, così come ci sono tante coppie eterosessuali che non desiderano unirsi in matrimonio. Quello che conta è che qui, finalmente, c’è la libertà di scegliere.

Come dargli torto?

Via | Anodis

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail