USA: il Senato ratifica la nomina di J. Paul Oetken, gay dichiarato, come giudice federale

USA: il senato ratifica la nomina di J. Paul Oetken, gay dichiarato, come giudice federalePer la prima volta nella storia degli Stati Uniti, il Senato ha ratificato la nomina di un giudice federale gay: si tratta di J.Paul Oetken (in foto). La votazione per la ratifica è avvenuta con una schiacciante maggioranza: ottanta voti a favore e tredici contrari.

Come vi avevamo già raccontato, J. Paul Oetken è nato a Louisville, nel Kentucky, nel 1965. Dottore in diritto presso l'Università di Yale, Oetken è stato assistente nella Corte Suprema e avvocato dello Stato ai tempi della presidenza di Bill Clinton. Si è sempre battuto per la difesa dei diritti lgbt e anni fa è intervenuto nel processo che ha portato la Corte Suprema degli Stati Uniti a dichiarare nel 2003 incostituzionali le leggi che criminalizzano la sodomia.

Soddisfatte le associazioni per i diritti lgbt per le quali la nomina di Oetken rappresenti una pietra miliare per tutti i gay, lesbiche, bisessuali e transessuali interessati a prestare servizio nel sistema giuridico statunitense.

Ricordiamo, infine, che Paul Oetken è sì il primo gay ad essere nominato giudice federale ma non la prima persona omosessuale a rivestire tale ruolo: al primo posto, troviamo, infatti, Debora Batts, lesbica dichiarata, nominata nel 1994 da Bill Clinton.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: