Aurelio Mancuso all'attacco: "Se non passerà la legge contro l'omofobia faremo i nomi dei politici segretamente gay"

aurelio mancuso vuole fare nomi politici gay

Aurelio Mancuso non sembra più disposto ad aspettare o a sentire per l'ennesima volta che la legge contro l'omofobia è stata bocciata. E così è partito 'all'attacco', con un appello chiaro:

"Smaschereremo tutti quegli omosessuali invisibili, politici, preti, uomini e donne di potere, che per nascondersi si accaniscono pubblicamente contro le libertà e i diritti delle persone omosessuali"

Il Presidente di Equality Italia parteciperà al sit in davanti a Montecitorio, in programma per oggi.

E, infine, dichiara:

"Ciò che c’è scritto in quelle orribili pregiudiziali è offensivo della dignità di milioni di cittadine e cittadini italiani, che a differenza di tutto il resto d’Europa, in Italia sono trattati come dei pericolosi pervertiti. Non è più sopportabile dopo quarant’anni di battaglie continuare ad essere pazienti e corretti, mentre ogni giorno si viene aggrediti e discriminati. Se saranno approvate le pregiudiziali di costituzionalità, è pronta una campagna che tenendo conto delle leggi in vigore, attuerà una forma intelligente di outing per far comprendere all’opinione pubblica quanta violenta ipocrisia sia presente nella classe dirigente italiana l'operazione non sarà promossa nè gestita da Equality Italia, rete trasversale per i diritti civili, ma da siti gay indipendenti"

Outing di politici per convincerli a votare a favore della legge. Una mossa che Il giornale ha già definito come ricatto. E voi anche lo considerate tale? O è solo una mossa esasperata per scuotere le coscienze? Infine, domanda diretta: siete d'accordo con il piano di Aurelio Mancuso?

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: