Il prete omofobo, sospeso per relazione gay, non ci sta e lancia la sfida: "Misuratemi l'ano!"

Andrés García Torres il prete omofobo accusato di una relaziome gay Se pensavate di averle sentite tutte e che nulla vi potrebbe più sorprendere o sconvolgere, aspettate di leggere prima questa notizia. Partiamo dalla storia iniziale: come ci ha raccontato il nostro Robo, in Spagna il sacerdote Andrés García Torres è stato sospeso dal ministero pastorale per una presunta relazione con un seminarista cubano. Alt prima di impietosirci di fronte a questo amore 'alla Uccelli di Rovo'.

Il religioso, infatti, non aveva mai nascosto una palese omofobia, parlando dell'omosessualità come uno squilibrio e via dicendo. Poi lo scandalo è esploso, sono apparse anche foto dei due a petto nudo (cfr questa nel post), affettuosamente abbracciati. La giustificazione? Faceva caldo. Eh. Pure io ho caldo ma non mi faccio le foto col collega, senza maglietta. Insomma, le sue parole non sono state prese per valide e la scusa non ha retto. Ma lui non intende mollare e ha fatto la proposta assurda solo da trascrivere:

"Voglio che misurino la larghezza del mio ano, così vedranno se è dilatato"

...

No, ma vi prego. Ma come fanno a nascere certe idee? Non rispondetemi, vi prego, era una domanda retorica. Che poi, se la memoria non mi inganna, mi sembra che ci sia una parte attiva e una passiva in un atto sessuale. E se lui fosse stata quella attiva, in caso le accuse fossero reali, potrebbe farne anche una ventina di questi fantomatici test.

E sarebbe come controllare di aver chiuso il gas quando si cerca per quale motivo la casa è allagata...

Fonte | Leggo

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: