Robbie Williams gay al 49%

Il cantante torna a parlare della sua omosessualità (a metà)

foto robbie williams

Poco tempo fa, Robbie Williams aveva dichiarato convinto:

"Voglio bilanciare le parti. Sono una persona etero che finge di essere gay. Ho avuto un sacco di persone da imitare. E’ facile quando si è britannici, siamo eccessivi per natura, in ogni modo"

Insomma, una natura gay in un corpo e un animo da eterosessuale. Queste le sue convinzioni, riportate pochi giorni fa. Il cantante, però, è tornato sull'argomento, specificando ancora di più il concetto:

"'Amo il teatro, i musical e un sacco di altre cose che sono spesso associate con i gay. Io sono il 49% omosessuale e, a volte fino al 50 per cento. Tuttavia, ciò vorrebbe dire che mi piace avere un particolare tipo di divertimento, ma questo non lo faccio"

Ironia? Provocazione come spesso è accaduto in passato? A rispondere alle parole del Take That ci ha pensato Patrick Strudwick del The Guardian, con una risposta tagliente e semplicemente magnifica:

"Permettetemi di offrire a Robbie Williams alcune linee guida: Sei metà gay se circa la metà delle persone che hai desiderato sessualmente hanno gli stessi tuoi genitali, come te e se trascorri quasi metà della tua vita sopraffatto con l'amore per qualcuno con il tuo stesso cablaggio di cromosomi. Questo è tutto. A tutti i gay piace il ca*zo, ma solo una parte ama il Cabaret"

  • shares
  • Mail