Il nuovo vescovo di Berlino vuole dialogare con i gay

Monsignor Rainer Maria Woelki

Agli inizi di luglio, papa Ratzinger ha nominato il nuovo arcivescovo di Berlino: Rainer Maria Woelki (in foto). Ora il nuovo vescovo – che, come si dice in gergo, prenderà possesso della sua nuova diocesi il prossimo 27 agosto – fa sapere di voler dialogare con tutte le realtà della società civile, omosessuali inclusi.

Woelki, che con queste affermazioni ha voluto tendere la mano in primis al sindaco di Berlino, Klaus Wowereit, è omosessuale dichiarato, ha spiegato che secondo lui la chiesa non deve essere un ente moraleggiante che “punta il dito” e, soprattutto, che le persone non devono essere condannate per via dell'orientamento sessuale.

Monsignor Woelki ha 54 anni e finora è stato vescovo di Colonia. È consultore per la Congregazione per l’Educazione Cattolica e nell'ambito della Conferenza episcopale tedesca si occupa di vocazioni, scienza e cultura.

Mi sa che se Benedetto XVI avesse avuto il minimo sentore di queste dichiarazioni non lo avrebbe mai nominato vescovo di Berlino...

Via | Oltretevere

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: