Croazia: per il 47% degli studenti, l'omosessualità è una malattia e no alla manifestazioni gay per il 60%

no diritti gay in croazia

Secondo un sondaggio, ben il 47% degli studenti maturandi ritiene l'omosessualità una malattia mentre per il 40% bisognerebbe i croati dovrebbero avere più diritti rispetto alle altre etnie minori all'interno del Paese.

"Un effetto molto negativo sull'educazione dei giovani". Questo il parere sulle manifestazioni per i diritti gay secondo il 64% degli intervistati. il campione per il test è formato da 999 studenti dell'ultimo anno delle superiori, in 43 scuole della Croazia. Sempre all'inizio di giugno, ben 10 mila manifestanti avevano provocato disordini a Split, manifestando contro un Gay Pride locale a cui avevano partecipato appena 200 persone tra gay e lesbiche. Fate voi i conti: 10.000 vs 200.

Vi furono numerosi feriti dovuti al lancio di bottiglie, sassi, contro i manifestanti Lgbt e le forze dell'ordine. Ne seguirono alcuni arresti.

La Croazia entrerà a far parte dell'Unione Europea nel luglio 2013.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: