Freddie Mercury moriva 22 anni fa: il ricordo del cantante immortale

Il 24 novembre 1991 ci lasciava per sempre Freddie Mercury. Il ricordo di Queerblog

Il giorno prima della morte di Freddie Mercury, il mondo intero scoprì la terribile verità sulla sua salute attraverso un comunicato stampa:

"…Desidero confermare che sono risultato positivo al virus dell’HIV e di aver contratto l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere riservata questa informazione fino a questo momento al fine di proteggere la privacy di quanti mi circondano. Tuttavia è arrivato il momento che i miei amici e i miei fan in tutto il mondo conoscano la verità e spero che tutti si uniranno a me, ai dottori che mi seguono e a quelli del mondo intero nella lotta contro questa tremenda malattia…"

Parole che hanno scosso il mondo intero e hanno anticipato la sua imminente scomparsa, il 24 novembre 1991. Ma a ventidue anni di distanza da quel giorno di grande lutto per la musica, il ricordo di Freddie non accenna ad andarsene. Lui resta uno degli artisti simbolo della discografia: un uomo gay, un cantante che non si è mai nascosto e ha sempre parlato apertamente della sua vita personale.

I cugini di Soundsblog hanno anche riportato alcuni passaggi sulla sua vita di coppia con Bill Reid con cui discusse e litigò in diverse occasioni, come accade spesso in una relazione comune:

In un’altra feroce discussione con Reid, si gridarono addosso a vicenda per così tante ore che Mercury svegliò completamente rauco il giorno in cui i Queen dovevano cantare dal vivo al Saturday Night Live, un popolarissimo spettacolo di varietà negli Stati Uniti. L’intera giornata è stato spesa cercando rimedi per riacquistare la voce e a malapena furono in grado di riuscirci

Infine, quando scoprì che il suo compagno lo aveva "tradito", decise di vendicarsi a modo suo:

Quando Mercury era in tour negli Stati Uniti, ha scoperto che l’uomo che stava vedendo, Tony Bastin, era stato visto uscire con qualcun altro. Per vendetta , Mercury pagò il volo per Bastin per poter vederlo negli Stati Uniti con la scusa di incontrarsi. Mercury lo ha visto subito dopo il suo arrivo, gli ha detto che era finita e poi lo ha messo sul primo aereo per tornare a Londra, quello stesso giorno. E ha anche tenuto il gatto di Bastin, Oscar.

Ciao Freddie...

  • shares
  • Mail