Iva Zanicchi vincitrice del Pegaso d'oro: "Il gay pride? Una carnevalata! Si preghi anche la retta via per i gay!"

iva zanicchi contro gay pride

Iva Zanicchi pare essere un'icona gay. E non lo dico io ma il premio che è stato assegnato, l'anno scorso, alla conduttrice. Ricordate il Pegaso d'oro che tanto aveva fatto discutere? Era stato assegnato per la sua interpretazione nella serie tv 'Caterina e le sue figlie', nella quale interpretava il ruolo della madre di un figlio gay che sosteneva i suoi diritti, il suo amore e matrimonio tanto desiderato.

A me la Zanicchi sta pure simpatica per il suo modo di fare molto diretto e impetuoso. Peccato però che il suo essere gayfriendly sia solo limitato al suo ruolo di fiction. Ecco le sue parole in un noto sito cattolico in merito alla questione gay. Prima critica il Gay Pride...

"Io non ho nulla contro i gay, che meritano rispetto. Io ho tanti amici gay e non ho mai avuto problemi. Ma sono contraria a quella carnevalata che sono i gay pride una inutile e dannosa ostentazione che va contro gli stessi interessi dei gay i quali si auto discriminano"

Infine, il suo rapporto con la preghiera che, volendo, può essere anche fatta per il popolo omosessuale. Eh sì, potrebbe anche averne bisogno, a quanto pare...

"Credo che i cattolici debbano sempre pregare per tutti, ed una preghiera in particolare la rivolgo e va rivolta ai gay, perché possano trovare se lo vogliono, la retta via"

La retta via? Ai gay? Se vogliono? Ma stiamo scherzando?

Mi stavi simpatica Iva. Ora non ti seguirò più.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: