Cina, appello delle mamme alla first lady per aiutare e sostenere i figli gay contro le discriminazioni

La richiesta di un gruppo di mamme preoccupate per la vita dei loro figli

Cina-gay

Un gruppo di madri ha deciso di intervenire in prima persona e di rivolgersi direttamente alla First Lady. Sono cinque i genitori che, armati di lettera e posta prioritaria, hanno scritto a Peng Liyuan per chiederle di prendere una posizione contro la situazione anti gay del Paese. Le mamme sono preoccupate perché hanno figli omosessuali e temono per la qualità della loro vita.

Tra queste c'è anche un componente dello staff dell'Accademia di Arte dell'esercito popolare di liberazione. E Liyuan collabora da tempo con loro. Proprio la donna scrive e chiede

"la fine delle discriminazioni e stessi diritti per i nostri figli: questo e' il nostro "Sogno Cinese"

L'aumento dell'Hiv nel Paese sarebbe, secondo la donna, proprio una conseguenza di queste discriminazioni. Anche un'altra donna si unisce all'appello sperando di convincere una madre come lei di come sia difficile sopportare tutto questo clima ostile:

"E' una mamma proprio come noi puo' comprendere le nostre preoccupazioni sulla salute dei nostri figli"

Infine, l'appello più importante, una sorta di invito al risveglio della coscienza e tolleranza generale:

"Le discriminazioni e le incomprensioni espongono i gay a maggiori rischi. Solo quando i genitori accetteranno pubblicamente l'omosessualita', i diritti potranno essere tutelati. Ecco perche' abbiamo bisogno di maggior sostegno"

Via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: