Uomini omofobici più provocati ed eccitati dal porno gay maschile

gay

Sigmund Freud è stato uno dei primi a teorizzare che certe persone avessero attitudini negative e discriminatorie nei confronti di cose che in realtà hanno sempre segretamente desiderato, ma che sentono di non poter avere. Partendo da questo presupposto è stata condotta una ricerca per verificare se gli uomini omofobici siano in realtà i più attratti dal porno gay maschile.

Lo studio ha preso un gruppo di uomini, chiedendo loro di esprimere la propria opinione sull'omosessualità e sull'interesse/fastidio nei confronti della sessualità gay. Questi sono quindi stati divisi in due gruppi: omofobici e non omofobici. Ai due gruppi sono stati poi applicati dei sensori sul pene e sono stati mostrati video porno etero, lesbo e gay maschile di 4 minuti circa per ognuno. Il sensore è in grado di distinguere tra gli stati emotivi e di registrare l'aumento del volume del pene, quindi l'eccitazione, in modo distinto.

Guardando i porno etero e lesbo, entrambi i gruppi hanno registrato un aumento del diametro del pene. Nel caso del porno gay maschile, invece, solo gli omofobici hanno registrato eccitazione, pur negandola a termine dell'esperimento in un'intervista di controprova. I dati scientifici, però, smentono qualsiasi tentativo di negazione.

Via | PsychologyToday
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: