Lady Gaga in Russia, multata la società che organizzò il suo concerto

Russia sempre più ignorante e omofoba: multata la società che ha organizzato il concerto di Lady Gaga

lady gaga russia Tutti voi saprete senz'altro che Lady Gaga ha dato spettacolo in Russia, sfidando apertamente Putin, come fece tempo prima Madonna. Avvenne tutto nel 2012, quando Miss Germanotta fu accusata di propaganda omosessuale, per una dichiarazione che arrivò direttamente dal palco del concerto: "Questa notte la mia casa è la Russia e potete essere gay a casa mia". Dichiarazione che, ovviamente, scatenò la reazione di migliaia e migliaia di omofobi, i quali, non potendo prendersela con lei, se la presero con i gay che avevano sottomano. Ma questo è risaputo.

Oggi aggiungiamo a questa vergognosa parentesi russa che la società organizzatrice del concerto è stata multata per averlo organizzato, con un'ammenda di circa 20mila rubli: sono 450 euro circa, niente di che per un'organizzazione, ma è il principio, ovviamente, a far discutere; Planeta plus - questo, il nome della società - è infatti l'esempio che tutti non devono seguire: la società ha pagato un concerto che promuove l'omosessualità e la Russia non poteva che dare un segnale forte.

Continuiamo a indignarci sempre di più per questo stato più asiatico che europeo e non riusciamo a comprendere come sia possibile anche solo stipulare degli accordi per dei giochi sportivi (quelli di Sochi) o per altro, con la consapevolezza che stia accadendo tutto questo. Ci sarà mai una fine a queste vergognose ignoranza e omofobia russa? Difficile da dire, visto che è proprio la società di questo stato ad essere fortemente ostile ai gay.

  • shares
  • Mail