Europride 2011: per Carlo Giovanardi erano solo 50.000 persone con slogan volgari e irriverenti verso il Papa

carlo giovanardi contro l'europride 2011

Pensavate che l'Europride fosse stato un successo di numero, partecipazione ed eco internazionale? Avete visto strade, piazze, vicoli riempiti da fiumane di gente colorata e orgogliosa? Decine di carri festosi con musica ad alto volume? Ebbene sappiate che vi siete sbagliati e avete probabilmente sognato il tutto. O almeno è così che la vede Carlo Giovanardi, ancora di più nella sua visione 'personale' della realtà, priva di coppie e famiglie gay. Poteva quindi l'Europride essere un grande evento? Certo che no. Ecco le sue ultime dichiarazioni al limite del grottesco e del comico:

"Ieri a Roma si sono svolti due Europride: il primo di fantasia decantato da alcuni media come un corteo con 500 mila partecipanti composti e gioiosi nel rivendicare diritti. Poi c’e’ stato quello vero, con circa 50 mila partecipanti pieno di scritte e slogan scurrili e irriverenti verso il Papa, verso la religione cattolica e i politici che non si inchinano davanti all’orgoglio gay militante"

Oppure possiamo vederla anche così. Sabato a Roma si sono svolti due Europride: il primo reale con un corteo di 500 mila partecipanti composti e gioiosi nel rivendicare i diritti. Poi c'è stato quello di fantasia visto dal ministro, composto da appena 50.000 persone. Basta vederla come si vuole... no?

Se volete rinfrescarvi la memoria, qui c'è la nostra gallery e qui una serie di video...

Fonte | Ticino Libero

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: