La diocesi di Roma contro il sindaco Ignazio Marino che è pro nozze gay

Su RomaSette, organo informativo della diocesi di Roma, il direttore pubblica un editoriale dal titolo “Registro delle unioni civili: deragliamento dalla Costituzione”.

La diocesi di Roma contro il sindaco Ignazio Marino che è pro nozze gay

Finta priorità della politica cittadina, sbandamento annunciato, deragliamento dai principi costituzionali, inutile, irrilevante giuridicamente: sono queste alcune delle definizioni che Angelo Zema, direttore di RomaSette – giornale della Diocesi di Roma – usa per parlare del registro delle unioni civili a Roma e delle affermazioni del primo cittadino Ignazio Mario che ieri si è detto a favore del matrimonio tra persone dello stesso sesso e anche della possibilità di adozione da parte delle coppie gay. Secondo Zema

il registro delle unioni civili sarebbe solo una bandierina da collocare sulla sommità del burrone - per il futuro della famiglia, luogo primario della trasmissione dei valori della convivenza civile (che appartengono a tutti) - verso cui conducono scelte simili. Una finta priorità della politica cittadina da concedere come tributo elettorale, da anteporre a quelle reali.

Stando all’editoriale del direttore, le affermazioni di Ignazio Marino hanno un qualcosa di amaro, perché giungono poche ore dopo che papa Francesco, in visita al Quirinale, ha invitato Giorgio Napolitano e la politica italiana a un maggiore sostegno alla famiglia, che «chiede di essere apprezzata, valorizzata e tutelata». Chiosa Angelo Zema:

Parole calpestate in pochi attimi per pura propaganda. Eppure, incontrando nel luglio scorso Francesco, Marino aveva assicurato l’intenzione di «lavorare alla realizzazione di un vero senso della comunità». Intento ammirevole, ma le ultime dichiarazioni del sindaco vanno in tutt’altra direzione.

Sì, perché lo sappiamo: per molti (tutti?) ambienti ecclesiastici la comunità è solo quella composta dai cattolici. Gli altri sono al massimo dei parassiti che vogliono solo approfittarne.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: