James Franco contro la storia gay di Michael Fassbender in Shame

L'attore parla dell'interpretazione del collega nel film "scandalo"

michael_fassbender

James Franco ha commentato apertamente il film Shame, interpretato dal collega Michael Fassbender, criticando prima la storia raccontata e poi certe scelte rappresentative del mondo gay.

"Non era un tale dipendente (da sesso) a mio parere. Voglio dire , che cosa ha fatto? Guarda porno e fa sesso con una manciata di persone a settimana? Potrei puntare a un bel paio di persone che lo fanno"

Dopo questa sua personale (e condivisibile) opinione, Franco polemizza sulla rappresentazione del mondo omosessuale, indicato come qualcosa di negativo, un'ultima spiaggia dipinta in maniera morbosa e irreale:

"Quella scena in cui lui è al punto più basso e vuole scopare e va in un club gay. Quello è raffigurato come il settimo girone dell'inferno. Voglio dire, risale alle rappresentazioni orribili dei gay negli anni '70, dove il club gay è destinato a significare tutto buio e depravazione. Poi il ragazzo ottiene un pompino, da, Oh no, un uomo! L'orrore!"

  • shares
  • Mail