I vescovi cattolici della Gran Bretagna si interrogano sull’impatto della legge sulle nozze gay

Nell'assemblea plenaria dei vescovi cattolici della Gran Bretagna si discuterà anche dei matrimoni gay che entreranno in vigore a metà 2014.

I vescovi cattolici della Gran Bretagna si interrogano sull’impatto della legge sulle nozze gay

Da oggi fino a giovedì 14 novembre i vescovi cattolici di Inghilterra e Galles si riuniranno in assemblea plenaria a Leeds, nell'Inghilterra settentrionale. Tra i temi che discuteranno ci sarà anche quello riguardante l’impatto della nuova legislazione che dà il via ai matrimoni gay. Stando a quanto riporta l’Agenzia SIR (Servizio Informazione Religiosa):

In Gran Bretagna, come in Italia, i sacerdoti agiscono come pubblici ufficiali quando sposano le coppie in chiesa.

Nota sempre l’Agenzia SIR (nata nel 1988 su iniziative della Federazione Italiana Settimanali Cattolici e con il sostegno della CEI):

Con l’introduzione dei matrimoni gay, che sono stati approvati dal Parlamento lo scorso luglio e cominceranno a essere celebrati da metà 2014, molti sacerdoti potrebbero sentirsi a disagio a operare in un ruolo pubblico benché il Governo abbia garantito che saranno protetti da azioni civili nel caso si rifiutassero di sposare coppie gay.

Nella plenaria dei vescovi di Inghilterra e Galles si discuterà, quindi, dei consigli da dare ai sacerdoti su questo argomento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: