Milano gay: alla Bocconi scritte omofobe: "I froci si curano con il gas e l'Hiv è la vostra punizione"

omofobia alla Bocconi di Milano Pochi giorni fa vi avevamo parlato della storia del ragazzo aggredito verbalmente e fisicamente alla Bocconi. Lui stesso aveva lanciato un appello a non arrendersi mai e a continuare la propria battaglia personale per affermarsi. Un brutto e raro episodio? Sembrava così ma ora le cose non sembrano migliorate. Ecco l'ultima notizia arrivata dall'Università milanese. Su alcuni manifesti che presentavano un convegno imminente, sono apparse scritte omofobe e insulti contro il mondo Lgbt:

"I froci si curano a Zyklon b” e “L’hiv la vostra punizione"

Ecco cos'è il Zyklon b: il nome commerciale dell'acido cianidrico (o acido prussico), un pesticida utilizzato come agente tossico nelle camere a gas di alcuni campi di concentramento e sterminio nazisti. Ecco come, per alcuni, i gay dovrebbero essere curati: morendo. Con il gas, anche. Come era accaduto agli Ebrei in una delle pagine più tristi, avvilenti e tragiche della nostra storia

Forse, gli imbecilli che hanno lasciato queste scritte, non hanno badato alle telecamere e potrebbero essere identificati. In quel caso dovrebbero fare i conti con la commissione disciplinare. Ecco il commento di Ivan Scalfarotto, vice presidente del Pd:

"Ora bisogna tutelare e incoraggiare i ragazzi dell’associazione anche perché bisogna evitare che si verifichi un’escalation di casi del genere. Purtroppo, la legge Mancino non è stata mai estesa alle tesi omofobiche. Mi chiedo però se scritte del genere, in un Paese civile, non creino sufficiente allarme sociale da poter essere deferite alla magistratura"

Sì, Sì, Milano è proprio un'ipotetica Mecca dei gay...

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: