Al via il Florence Queer Festival

Comincia il 6 novembre e si concluderà il 12, è uno degli eventi inseriti nella “50 Giorni di Cinema a Firenze”

Torna il Florence Queer Festival. Una bell'iniziativa che funziona da 11 anni, e si attesta come una realtà operativa, informativa e soprattutto artistica, nel panorama festivaliero italiano. Ormai la manifestazione si consolida come uno degli eventi più seguiti e importanti della rassegna LGBT italiana, rassegna italica che comincia ad annoverare un bel parterre, a registrare numeri e presenza Buon segno.

Organizzato dall’associazione “Ireos” di Firenze in collaborazione con l’Assessorato alle politiche Giovanili del Comune di Firenze, il Florence Queer è uno degli eventi inseriti nella “50 Giorni di Cinema a Firenze”.

A dare il via alle proiezioni, oggi 6 novembre, sarà “Born this way” di Shaun Kadlec e Deb Tullmann (Usa, 2013) da vedere al Cinema Odeon. Il film documentario racconta il clima di omofobia e intolleranza che i camerunensi vivono sulla propria pelle. Alla proiezione segue la vera e propria inaugurazione con tanto di spettacolo di Burlesque, che vedrà in scena Sylvie Bovary. Il festival si conclude il 12, e ripropone un classico imperdibile, “Priscilla Regina del Deserto” firmato da Stephan Elliot (USA,1994) tre amici attraversano il deserto Australiano, su di un pullman chiamato Priscilla, meravigliosa colonna sonora e fantastici costumi. Da vedere.

Da domani, 7 novembre, il festival proietta al pubblico i corti selezionati per il “VIDEOQUEER”. Gli spettatori sono chiamati a esprimere le loro preferenze e votare. Il concorso Nazionale per cortometraggi a tematica queer, mette in palio per il vincitore un premio di 1000 euro.

  • shares
  • Mail