Sei gay? Lo riconosco dalla voce

voce

Avete mai indovinato l'omosessualità di un uomo solo dalla voce? Alcuni scienziati americani hanno scoperto che è possibile: la voce e, in particolare, la parlata del maschio omosessuale è diversa da quella del maschio etero. Ciò che rende più riconoscibile l'uomo gay è, nel dettaglio, il modo di pronunciare le vocali.

La ricerca è stata condotta in Ohio e il direttore, Erik Tracy, ha studiato sette omosessuali e sette etero con il compito di pronunciare parole monosillabi in lingua inglese. Un gruppo di ascoltatori, quindi, doveva capire chi fosse gay e chi etero: nel caso di parole che iniziano con consonante la distinzione non era possibile, in caso di vocale invece il pubblico riusciva a distinguere l'orientamento sessuale.

Non è ancora chiaro quale reazione intervenga nella scelta, ma probabilmente l'orecchio dell'uomo moderno si è allenato con il vasto utilizzo di telefoni cellulari. Esisterà davvero una caratteristica universale che identifica la "voce gay"? E perché questa caratteristica vale unicamente per gli uomini e non per le donne lesbiche? A voi è mai capitato di indovinare l'orientamento sessuale a partire dalla parlata di una persona?

Via | Giornalettismo
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: