Ricordando Luís Cernuda, il primo poeta spagnolo gay dichiarato

Cinquant’anni or sono moriva Luís Cernuda, poeta spagnolo che non aveva mai nascosto il proprio orientamento sessuale.

Ricordando Luís Cernuda, il primo poeta spagnolo gay dichiarato

Si sono compiuti ieri cinquant’anni dalla morte di Luís Cernuda, il primo poeta spagnolo apertamente omosessuale. Noto come il poeta dell'amore omosessuale, Luís Cernuda nacque a Siviglia nel 1902 e morì in esilio a Città del Messico il 5 novembre 1963. Federico García Lorca nacque quattro anni prima ma non fece mai coming out, pertanto Cernuda è stato il primo poeta spagnolo di una certa fama a dirsi gay.

Cernuda non ha mai nascosto il proprio orientamento sessuale, anche se questo avrebbe potuto costargli la vita in una Spagna come quella del franchismo: e in effetti venne considerato un ribelle e una persona “strana”. Egli stesso si definiva come “un mazzo di carte da gioco tutto sparigliato”.

Davanti alla mia forma trovai quella forma
in ora di crepuscolo,
quando le sparizioni
confondono i colori agli occhi,
quando l’ultimo amore
cerca l’ultimo corpo.

Un’ansia senza fondo fra le pietre ululava;
verso l’aria, uomini sordi,
dalla testa dimenticata,
in lontananza passavano come liberi o morti.
Vergognoso corteo di fantasmi
con le catene rotte pendenti dalle mani.

La vita mise allora una lampada
su muri sanguinosi;
stanco il giorno disseccava tristemente
le autore future, rammendate
come stracci di re.

La lampada eri tu,
mie labbra, mio sorriso,
forma che trovano le mie mani in tutto ciò che toccano.

Se i miei occhi si chiudono è per trovarti in sogno
dietro la testa,
dietro il mondo in servaggio,
in quel paese sperduto
che un giorno abbandonammo senza saperlo.

La presa di coscienza della sua omosessualità va di pari passo con il desiderio di scrivere poesia: aveva quattordici anni. Ma solo molti anni ebbe piena consapevolezza di se stesso. Solo nel 1928, dopo la morte di sua mamma, Luís Cernuda si accettò completamente.

Nel 1929 Luís Cernuda si traferisce a Madrid e partecipa a diversi eventi insieme a Vicente Aleixandre e a Federico García Lorca. Ed è proprio questi che gli presenta un giovane attore gallego di nome Serafín Fernández Ferro. Cernuda si innamora subito di lui ma l’attore non ricambia, se non quando ha bisogno di soldi. Questo amore insoddisfatto ispirerà i suoi libri Dove abita l’oblio e I piaceri proibiti che sono a tutti gli effetti un coming out pubblico.

In italiano sono disponibili alcuni suoi titoli, pubblicati da Passigli e Medusa.

  • shares
  • Mail