Tre iniziative di Barilla a proposito di diversità e inclusione

Diversity & Inclusion Board, nomina del Global Diversity Officer e partecipazione al Corporate Equality Index sono tre iniziative di Barilla annunciate sul sito dell’azienda.

Niente gay negli spot Barilla? Al via il boicottaggio

Dopo l’incontro con alcuni rappresentanti del mondo lgbt, la Barilla passa ai dati di fatto per far dimenticare l’infelice battuta del dottor Guido contro le famiglie gay che ha fatto il giro del mondo e ha portato al boicottaggio della pasta. Sul sito della Barilla leggiamo:

Con l’obiettivo di rafforzare il proprio impegno aziendale verso la diversità, il Gruppo Barilla annuncia alcune misure su diversità, inclusione e responsabilità sociale.

L'Amministratore Delegato Claudio Colzani afferma:

Diversità, inclusione e uguaglianza sono da tempo parte integrante della cultura, dei valori e del codice etico di Barilla. Questi si riflettono nelle politiche e nei benefit offerti a tutto il personale, indipendentemente da età, disabilità, sesso, razza, religione o orientamento sessuale. Allo stesso tempo, il nostro impegno è volto a promuovere la diversità perché crediamo fermamente che sia la cosa giusta da fare.

Tre sono le iniziative intraprese dalla Barilla:


  1. Il nuovo Diversity & Inclusion Board, composto da esperti esterni indipendenti che aiuteranno Barilla a stabilire obiettivi e strategie concrete per migliorare lo stato di diversità e uguaglianza tra il personale e nella cultura aziendale in merito a orientamento sessuale, parità tra i sessi, diritti dei disabili e questioni multiculturali e intergenerazionali. Tra le persone che a oggi hanno accettato di far parte del Board si annoverano David Mixner, importante leader mondiale della comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) e Alex Zanardi, medaglia d'oro alle Paraolimpiadi.

  2. Nomina del primo Chief Diversity Officer del Gruppo Barilla, Talita Erickson, avvocato di origine brasiliana, attualmente Direttore Affari Legali di Barilla America.

  3. Partecipazione al Corporate Equality Index (CEI) sviluppato dalla US Human Rights Campaign per misurare e valutare le politiche e pratiche delle grandi imprese in merito a dipendenti lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT).

Tali misure si basano anche sulle raccomandazioni che l'azienda ha ascoltato nel corso di recenti incontri con personalità in ambito di diritti civili e umani che promuovono l'inclusione e l'uguaglianza in Italia e negli Stati Uniti.

Inoltre, stando a quanto comunicano sul sito, il prossimo anno la Barilla

lancerà anche un progetto online a livello mondiale finalizzato a coinvolgere le persone sui temi di diversità, inclusione e uguaglianza. I partecipanti saranno invitati a creare brevi video che rappresentino le molteplici sfaccettature della pasta. Le creatività saranno presentate alla comunità web che potrà esprimere il proprio apprezzamento, condividerli e votarli. I video saranno poi valutati da una giuria di esperti e i vincitori saranno premiati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: