A nessuna persona pulita e onesta piacerebbe essere omosessuale. Parola di vescovo

José Luis Chavez Botello, vescovo di Oaxaca, in Messico

L'arcivescovo di Oaxaca, in Messico, José Luis Chavez Botello, approfittando della festa della mamma (che in Messico si celebra sempre il 10 maggio), ha rispolverato tutto il solito discorso su omosessualità e famiglie naturali e amore vero e via dicendo. Ha però aggiunto un particolare, questa volta, nemmeno avesse sentito il discorso di Silvio Berlusconi per il quale quelli di sinistra puzzano. Il vescovo, infatti, ha detto che a nessuna persona pulita piacerebbe essere omosessuale:

A nessuna donna pulita e onesta piacerebbe essere lesbica, a nessun uomo pulito e onesto piacerebbe essere omosessuale. Ogni persona che in maniera obiettiva e serena apprezza il proprio corpo intende la grandezza dello stesso e la sua missione. Dio non si sbaglia, nasciamo con un sesso e una missione.

Ovviamente il vescovo dice che rispetta tutti, ci mancherebbe!, anche le persone che hanno dei vizi, ma il rispetto non vuol dire che i viziosi vadano giustificati ma aiutarli a non essere più nel peccato.

Chissà se il vescovo di Oaxaca conosce quello di Trento che ebbe a dire di aver conosciuto un uomo che dopo aver provato un profumo da donna è diventato gay. Decidetevi: noi gay siamo zozzi o puliti?

Foto | Extra

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: