Renzo Bossi sul caso del politico omosessuale candidato per la Lega Nord: "Se sei gay, poco importa"

renzo bossi no problem gay nella lega nord

Parole che qualcuno ha già sicuramente visto come miracolose o simbolo di una grande apertura mentale. Adesso si scopre che la Lega Nord è gayfriendly? Bah. Ricordate il caso di Stefano Guida, il candidato a Bologna, ex attore in un film porno gay e apertamente omosessuale? Lui aveva dichiarato di comprendere la Lega Nord se fosse stata contraria o lo avesse cacciato. Ma, a sorpresa, Bossi Jr ha commentato il tutto con diplomazia e senza, apparentemente, scomporsi più di tanto:

"Per entrare nella Lega devi credere nei valori che propaganda. Poi se sei gay poco importa. Non abbiamo problemi. La gente deciderà chi eleggere. Io sono convinto che la gente ha voglia di parlare"

Apertura mentale improvvisa? Del resto non era nemmeno una buona pubblicità mostrarsi improvvisamente contrari sul passato e sull'identità di un proprio candidato. Mossa politica elegante oppure sorprendente e nuovo atteggiamento nei confronti dei gay (ovviamente iscritti alla Lega Nord...)?

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: