Su Hitler è ancora polemica: tocca stavolta ad Angela Merkel

Il fantasma del nazismo continua ad aleggiare sull'Europa anche a sessantanni dalla sconfitta del Reich e si rinnovano le polemiche. Quale giorno fa è capitato che in Croazia alcune bustine di zucchero recanti l'immagine di Hitler e frasi antisemite hanno suscitato le ire e le proteste del Simon Wiesenthal Center.

Ora rimbalza tra la Polonia e Berlino il disappunto per una copertina choc del giornale polacco Najwyzszy Czas, che ha dedicato la prima pagina al cancelliere tedesco Angela Merkel trasformandola, attraverso un inquietante fotomontaggio, in una verione femminile di Adolf Hitler, con atto di divisa e baffi.

Il risvolto più grave della questione resta comunque il binomio che vede uniti anche in Italia in un unico indistinto grumo di preguidizi e di violenza (neanche tanto latente) l'apologia di nazismo e fascismo e l'omofobia, soprattutto nei giovanissimi. Basti pensare all'episodio della scuola di Reggio Emilia denunciato da Arcigay o alle violenze sulle ragazze lesbiche di Mazzano.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: