Reazioni politiche all'omofobia pubblica di Andreotti

Il mondo politico italiano mostra di non gradire le esternazioni di Andreotti sui DiCo e sull'omosessualità, piene di pregiudizi. Franco Grillini dei Ds e i radicali lo bollano apertamente come omofobo.

Alla destra non va già invece che si prenda un no ai DiCo come un no ai gay: i cattolici pretendono di voler superare i preguidizi e di non essere bollati come omobobi, restando però contrari a qualunque forma di tutela guiridica delle coppie di fatto. Il nostro caro amicoLuca Volontè dell'Udc invece non si mette sul viso maschere di disponibilità e comprensione e parla chiaro (dice cazzate, certo, ma almeno dice la sua senza ipocrisia). Mostra tutta la sua ignoranza e incompetenza in materia tirando fuori il fatto che

i fondatori della psicologia moderna descrivono l'omosessualità come patologia clinica.

Forse Volontè è convinto di sedere ancora in un parlamento di fine Ottocento...

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: