Chiude l'ultima libreria gay di San Francisco

Chiude l'ultima libreria gay di San Francisco

Quando una libreria chiude è sempre una brutta notizia. Se poi si tratta di una libreria di settore (di qualunque settore) è ancora più brutta come notizia. A San Francisco chiude l'ultima libreria specificatamente lgbt: è l'ultima sopravvissuta della catena A Different Light che giunse ad avere quattro punti vendita. L'attività continuerà solo online.

A Different Light, che diede alla luce la sua prima libreria nel 1979 a Los Angeles, aprì la succursale di San Francisco nel 1986, in piena Castro Street, cuore del quartiere gay della città. Nel corso degli anni è stata centro di diffusione di cultura e, oltre a vendere libri, organizzava mostre, incontri e varie attività di sostegno alla comunità lgbt.

Si dirà: “Ma a che serve una libreria gay? Non è meglio che i libri a tematica omosessuale siano in vendita in tutte le librerie?”. Verissimo. Ma, da un lato, sappiamo bene come le librerie generaliste siano carenti di libri a tematica lgbt, dall'altro la libreria – in genere – è un luogo di incontro di culture ed è importante che la “cultura gay” abbia dei luoghi, anche fisici, di ritrovo. Così come ci sono i locali di “divertimento gay” e vanno bene a (quasi) tutti.

Foto | Daily Gay

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: