'Dont' say gay": in Tennessee una legge per non parlare di omosessualità nelle scuole

we say gay

"Il Tennessee sta cercando di far passare la legge SBOO49. Si chiama "Don't say gay" e permetterebbe di proibire di parlare di omosessualità nelle scuole medie ed elementari. Parlare di eterosessualità, invece, andrebbe bene. Nessuna scuola potrebbe parlare di istruzione o di materiale di orientamento sessuale ad esclusione di quello eterosessuale"

E' la denuncia pubblica che ha fatto Mary Robinette Kowal, parlando del nipote, impegnato a protestare con i compagni per questa assurda legge che potrebbe diventare realtà. Ha aperto anche un sito (questo) per parlare della situazione:

"Noi diciamo gay per gli studenti che non possono esserlo. Questo sito è dedicato a chi vuole combattere contro la legge SB0049, che potrebbe indicare una trasgressione nel parlare di omosessualità. E' un evidente insulto al nostro primo emendamento di essere liberi di parlare, come è evidente che questo sia un grave colpo per i giovani che sono evitati dai proprio genitori per essere gay e adesso rischiano di non poter essere liberi di parlarne anche a scuola"

Un tabù assurdo che metterebbe, come giustamente sottolineato, un velo di negazione e vergogna verso un argomento e un tema che, invece, dovrebbero essere affrontati e 'normalizzati' sempre più.

  • shares
  • Mail