Cinema Verite: il primo gay della storia della tv

Lance LoudQuando parliamo di personaggi omosessuali nella televisione, risulta molto difficile andare indietro negli anni, convinti come siamo che sia un “fenomeno” recente. La prima apparizione televisiva di un “omosessuale normale” risale al 1973 e fu trasmessa nel corso del programma An American Family del canale statunitense PBS. Il programma è considerato il primo reality show della televisione: un gruppo di telecamere seguì per diverse settimana la vita della famiglia Loud per registrarne le azioni. Non so quanti dei lettori di Queerblog abbiamo visto quel documentario/reality che durava dodici ore. Ora è possibile vedere il making of, dal momento che la HBO lo ha trasmesso nei giorni scorsi con il titolo di Cinema Verite, con Diane Lane, Tim Robbins e James Gandolfini.

Quel documentario cambiò il modo di fare la televisione e il modo di vedere la famiglia americana dal momento che mostrò quelle realtà che iniziavano a sentirsi nella società, come il divorzio o l'omosessualità, rappresentata quest'ultima dal figlio maggiore Lance Loud.

Lance Loud è conosciuto come il primo gay ad aver fatto pubblicamente coming out in televisione. Nel documentario Lance si vede vestito con abiti muliebri, truccato e mentre se ne va in giro per locali gay e, sebbene non dica mai dinanzi alle telecamere di essere omosessuale, il suo orientamento sessuale era chiaro per tutti quelli che vedevano la televisione. Non dimentichiamo che stiamo parlando dei primi anni Settanta del secolo scorso, un periodo in cui l'omosessualità non era minimamente accettata: il solo fatto di mostrarla in televisione come qualcosa di normale nella vita di una famiglia rappresentò un enorme passo in avanti. E la cosa curiosa fu che i vari conservatori non poterono lamentarsi di nulla dal momento che non era una situazione studiata a tavolino, ma lo spaccato di vita reale di una delle tante famiglie americane.

Il fatto di essere dei pionieri procurò diversi guai alla famiglia Loud. Bill e Pat – i genitori – divorziarono durante le registrazioni e Bill fu aspramente criticato per il fatto che sosteneva apertamente lo stile di vita di suo figlio, al contrario della moglie Pat che, anzi, provava un certo disgusto.

Il documentario fu registrato nel 1971 ma non fu trasmesso fino al 1973 e fece il botto: la famiglia Loud divenne famosa e fece sì che molte altre famiglie si guardassero dentro per vedere quanto effettivamente succedeva nelle loro vite.

Lance fu molto apprezzato e divenne rapidamente un'icona gay. Lavorò per riviste come Advocate e Details e teneva conferenza in giro sul fenomeno di An American Family. La sua leggenda crebbe ancora di più nel 2001, anno della sua morte, dovuta a una serie di cause tra cui tossicodipendenza, sieropositività, epatite... tanto da dar origine, nel 2003, a un altro documentario, dal titolo Lance Loud: A Death in An American Family.

  • shares
  • Mail