Per essere al Gay Pride di Brighton quest'anno si dovrà pagare un biglietto!

brighton pride

Aria di novità e cambiamento per il Gay Pride di Brighton, quest'anno. La città inglese ha, infatti, stabilito un biglietto da pagare per poter partecipare alla sfilata di quest'anno. L'orgoglio gay, insomma, costerà. E nemmeno un prezzo simbolico bensì fissato precisamente da un tariffario: 17,50 sterline (circa 20 euro nostri), 8,50 sterline per coloro che abitano nei dintorni dell'East e del West Sussex, 5 sterline per gli studenti e i bambini gratis fino ai 12 anni.

Ma perchè questa idea di dover far pagare il biglietto e non rendere più il Gay Pride un evento al quale chiunque può partecipare, senza limitazioni, senza dover pagare e senza diventare quasi un gruppo di tesserati? Se prima qualcuno poteva decidere di entrare ed unirsi al corteo anche all'ultimo momento, uomini, donne o famiglie, sono certo che ora molti ci penseranno su prima di sborsare 17,50 sterline per essere "gay friendly" o orgogliosamente omosessuale. La motivazione? Lo dicono gli stessi organizzatori: una scelta di misure necessarie per la sicurezza.

Addirittura? In Italia allora cosa dovrebbero fare? Permettere l'ingresso con le impronte digitali?

  • shares
  • Mail