Habemus papam gay: Nanni Moretti è stato ispirato da Conclavissima

Di Habemus Papam, il nuovo film di Nanni Moretti, si sapeva poco fino all’arrivo nelle sale cinematografiche. I colleghi di Cineblog.it spiegano che nella cartella stampa non era stata inserita neppure la sinossi. Questo mistero è stato superato dalla promozione. Ieri sera Fabio Fazio ha raccontato il finale.

Habemus Papam è interessante. Nanni Moretti per raccontare le incertezze di una Santità anonima è diventato un funambolo che fa barcamenare lo spettatore tra risate forti e riflessioni importanti. Il film è apparentemente lontano dall’immaginario glbtq. I primi momenti di Habemus Papam ricordano Conclavissima.

Conclavissima è una serie di video queer. Il progetto, trasmesso anche da Sky (nel programma Tg Show di Fabio Canino), è stato realizzato nel 2007, due anni dopo l’elezione di Benedetto XVI. La crociata contro i gay dell’attuale pontefice nasce ben prima della sua promozione. Conclavissima prova a ridere del contrasto evidente che c’è nella chiesa: da una parte l’ostentazione dell’omofobia, dall’altra un’omosessualità repressa.

Quattro anni dopo la realizzazione di Conclavissima il teologo David Berger, cacciato dalla chiesa a causa della sua omosessualità, ha sostenuto che Benedetto XVI è gay. Secondo Berger il pontefice è omofobo perché non ha ancora fatto pace con il proprio orientamento sessuale.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: