Habemus papam gay: secondo il teologo David Berger Benedetto XVI è omosessuale

Nanni Moretti non ha un santo in paradiso. Il suo protettore di riferimento è in Germania. Si chiama David Berger e lavora come teologo. Di lui i media glbtq si sono occupati nel 2010. Dopo aver fatto coming out è stato allontanato dalla Chiesa. A Fresh, un sito glbtq tedesco, Berger ha rilasciato un’intervista in cui afferma che Benedetto XVI è gay.

“Quando si parla privatamente con i teologi tutti concordano sull’inclinazione omosessuale di Ratzinger. Lui viene da una cultura clericale nella quale il tema dell’amore per persone dello stesso sesso era totalmente tabù. Quello che odia in sé lo proietta sugli altri e lo disprezza”.

Moretti è un regista fortunato. Il suo nuovo film Habemus Papam avrà come traino anche questa inutile dichiarazione che quasi sicuramente sarà ripresa da tutti i giornalisti che vogliono fare un pezzo simpatico sul suo nuovo lavoro.

Le supposizioni di Berger non sono rilevanti per due motivi. Il primo riguarda le fonti. Berger cita studiosi e non uomini che hanno avuto una relazione con Benedetto XVI. Il teologo inoltre basa la sua notizia su una dietrologia molle. L’omofobia del pontefice è da condannare a prescindere dal suo orientamento sessuale. L’odio contro qualcuno, i gay nel caso specifico, fa sempre male alla società. Poco importa la natura dell'ambasciatore.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: