Russia: secondo un politico l'omofobia è un'invenzione occidentale

Vasili Duma

L'omofobia e la transfobia godono di un'ampia copertura in Russia, con la maggioranza dei politici e della società che è contro il movimento lgbt in generale. In tale clima di costante incitazione all'odio verso la comunità omosessuale, Vasilij Duma, membro dell'Assemblea Federale della Russia, si è lamentato della fama il suo paese ha sul tema della discriminazione, giungendo ad affermare che il problema non sussiste ma è solo un'invenzione dell'Occidente.

In un'intervista il politico ha detto che, secondo lui, le condizioni di vita delle minoranze sessuali russe sono “gonfiate” negativamente dai paesi occidentali:

Gli occidentali soffiano sul tema dell'omofobia perché vogliono imporre le loro norme di comportamento. La Russia ha molti problemi e non ha tempo da perdere dietro a queste stupidaggini.

Perché, sia chiaro, persone che, solo perché “diverse”, sono vittime di violenze di vario genere, rientrano nel tema “stupidaggini”, mica di rispetto umano.

Via | Universo Gay

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: