Bucce di banana

E' in uscita la prima autobiografia di Rupert Everett dal titolo "Red Carpets and other banana skins" (Tappeto rosso e altre bucce di banana).

Nel suo libro il noto attore inglese, dichiaratamente gay, racconta con ironia della sua vita, dei suoi incontri e del suo odio per Hollywood. Parla apertamente dell'ipocrisia e dell'omofobia che si respira nell'industria cinematografica americana, tuonando che "Hollywood è un miraggio". Ma d'altronde l'attore già più volte si era espresso in tal senso, denunciando che, da quando ha fatto coming out, il cinema ha trovato per lui solo ruoli per gay e che per tutti gli altri ruoli gli ha chiuso le porte in faccia.

Non mancano poi racconti sugli incontri che l'attore ha fatto durante la sua carriera. Di Madonna dice "Trasuda sex appeal"; di Julia Roberts dice "Bellissima e assolutamente pazza"; di Sharone Stone "Totalmente fuori di testa".

Tappeto rosso per le dive che l'attore ha avuto il piacere di avere al suo fianco. Bucce di banana per Hollywood.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: