Finlandia: lo spot contro i gay della Chiesa fa scappare 40mila fedeli

Quanto è successo in Finlandia dovrebbe far riflettere i credenti omosessuali italiani che chiedono, inutilmente, alla Chiesa Cattolica di cambiare. La messa in onda di uno spot voluto da sei organizzazioni luterane ha condizionato la fede di 40mila gay che progressivamente hanno lasciato la chiesa finlandese. Nel video si chiede ad un bisessuale di resistere e non cedere all’omosessualità.

Secondo Markku Heikkila, professore di teologia, questo episodio conferma che i finlandesi stanno cambiando. In pochi anni il partito cristiano-democratico potrebbe scomparire. Le sue posizioni, precisa Heikkila, non conquistano più una fetta consistente dell’elettorato. L’odio contro i gay conquista solo una piccolissima parte dell’elettorato.

La fuga di fedeli ha fatto riflettere anche chi aveva proposto lo spot. Lasse Nikkarikoski, direttore dell’associazione luterana della Finlandia, ha voluto scrivere una lettera pubblica per spiegare perché ha deciso di fare una pubblicità contro l’omosessualità. Il documento non è servito a niente. Nessun fedele si è ricreduto. Delle scuse, probabilmente, sarebbero state più utili.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: