Ma Rainey, la Madre del Blues

Una delle grandi voci del Blues, Ma Rainey ebbe una vita breve ma intensissima.

Ma Rainey

Ribattezzata sia come la Madre del Blues che l'Usignolo del sud, Ma Rainey aveva una voce veramente straordinaria, tuttavia le registrazioni fatte a suo tempo con la Paramount non le rendono purtroppo giustizia. Nata in Georgia sul finire dell'ottocento, la Rainey non impiegò molto tempo ad imporsi come una delle più grandi cantanti di blues del periodo, entrando in stretto contatto con artisti squisiti come Louis Armstrong e Sidney Bechet. Le sue tournee erano sempre un evento, le se esibizioni una sicura ricetta per emozionarsi.

Come molte cantanti blues di quegli anni, Ma Rainey aveva un debole per le altre donne. Una passione che la portò anche in prigione nel 1925 con l'accusa di aver partecipato ad un'orgia con alcune coriste. La cantante certo non si scompose, anzi una volta uscita dalle patrie galere rispose con un album dedicato esplicitamente all'amore che non osava dire il suo nome. Le parole della canzone in questione non lasciano certo molti dubbi in merito alle preferenze sessuali della cantante:

 "Went out last night a crowd of my friends. They must 've been women, cause I don't like no men... They say I do it, ain't nobody caught me, They sure got to prove it to me..."

Ma Rainey si spense nel 1939 per infarto nel sua cittadina natale, dove da tempo dirigeva ben due teatri.

  • shares
  • Mail