Manifestazioni contro i gay al funerale di Liz Taylor


Di democrazia non si discute più. I mass media così come i singoli cittadini raramente impreziosiscono i propri discorsi con la parola democrazia. Una volta le guerre iniziavano per portare democrazia laddove esisteva una dittatura. Con la Libia questo pudore è scomparso. Nessun leader politico ha giustificato l’intervento militare contro Gheddafi utilizzando la parola democrazia. Il petrolio ha avuto, ahimè, la meglio.

La democrazia non è scomparsa solo nelle stanze del potere. Il nuovo programma di Giuliano Ferrara su RaiUno dovrebbe essere un’opportunità per tutti e non solo per chi da anni apprezza il direttore del Foglio. Persino Aldo Grasso ha dovuto ricordare ai suoi lettori che l’aumento di voci, anche molto diverse tra loro, può fare solo che bene ad un paese.

Alla democrazia ho pensato leggendo dell’ennesimo episodio omofobo registrato negli Stati Uniti. Gli attivisti della Westboro Baptist Church hanno fatto sapere che saranno presenti al funerale di Elizabeth Taylor per protestare contro la diva. A loro non sono mai piaciute le dichiarazioni gay-friendly rilasciate dalla Taylor. Nel 1985, in seguito alla morte dell’attore omosessuale Rock Hudson, la diva creò la Elizabeth Taylor Aids Foundation.

Manifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz Taylor
Manifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz Taylor
Manifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz TaylorManifestazioni contro i gay al funerale di Liz Taylor

Se la democrazia fosse davvero un valore universale queste persone non manifesteranno alle esequie di Elizabeth Taylor. Non avere rispetto di un defunto e delle sue persone care è un atto di inciviltà che supera la banale omofobia. Gli attivisti della Westboro Bapist Church non sono un problema solo dei gay.

Di loro dovrebbero occuparsi tutti quelli che credono nella democrazia. Sono persone come loro che minano la serenità della società. Qualcuno ha mai visto un gruppo di omosessuali manifestare al funerale di un omofobo?!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: