"Sono un finocchio", la risposta di Sel a Gianluca Buonanno

La risposta di Sinistra Ecologia Libertà al finocchio portato in aula da Gianluca Buonanno

finocchioLa risposta di Sinistra Ecologia Libertà all'omofobia di Gianluca Buonanno non poteva mancare, soprattutto in un momento così importante come quello che stiamo vivendo tutti: le dichiarazioni del presidente Barilla hanno scatenato polemiche a non finire ed è giusto che da parte delle istituzioni vi sia una risposta pronta ed efficace al delirio di chi ne vuole approfittare, portando finocchi in Parlamento.

Buonanno da sempre attacca le associazioni gay, matrimoni, adozioni e omosessuali tutti, credendo di essere uno dei tanti in Italia: non immaginiamo quale faccia farà, quando un bel giorno si accorgerà che gli italiani sono cresciuti, che la società si è evoluta e che, per quanto gli episodi di omofobia non siano pochi, sono parecchi quelli che convivono senza problemi con chi ha un orientamento sessuale diverso (non che si faccia fatica a convivere con gli omosessuali, è ovvio...). Insomma, Buonanno, prima o poi, capirà che non saremo noi a fare una brutta fine, ma il suo partito, i suoi proseliti e tutti gli omofobi: se sono spariti i dinosauri, perché non dovrebbero abbandonare le scene anche questi ultimi?

Ad ogni modo, Buonanno può scordarsi di agire indisturbato: a dargli una risposta immediata è stato proprio il partito di Nichi Vendola, isolato da un Parlamento dove solo i grillini e pochi esponenti del Partito Democratico hanno avuto il coraggio di battersi, con un messaggio chiaro ed efficace: "Sono un finocchio", è questa la frase che si legge, sopra al simbolo di Sel. Ebbene sì, caro Buonanno: siamo tutti finocchi e, se vuoi continuare la tua lotta contro gli omosessuali, fallo pure: ai nostri occhi - ma forse anche dinanzi a quelli del Parlamento - queste tue prese di posizione non valgono nulla. Neanche un finocchio.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: