Rosy Bindi contro Paola Concia per il riconoscimento delle coppie gay: "Estremista e rompicoglioni!"

paola concia rosy bindi

"Sono stata riempita di insulti dalla Bindi e nessuno ha detto una parola. Non siamo soli? Si cara mia io ero sola…"

Queste le parole di sfogo di Paola Concia sul suo Facebook. La donna, infatti, ha avuto un duro scontro con Rosy Bindi. Il tutto è avvenuto privatamente, durante la Commissione Diritti del PD. La riunione era blindata ma le indiscrezioni sono comunque state rese note. La Bindi ha dato della estremista e della “rompicoglioni” alla Concia. Infine le ha anche consigliato di andare da uno psicologo.

Tutto era nato per la richiesta, da parte della Concia, di rendere legittime le unioni gay, come accade da tempo in altri paesi europei come la Francia e la Germania. La reazione della Bindi è stata quella riportata poche righe fa. Ecco quello che siamo: rompicoglioni ed estremisti per pretendere un unione legittima e legale? La Concia ha dichiarato che pretende delle scuse. Ma, finora, dalla Bindi non è arrivato assolutamente nulla. Perchè sembra sempre più lontano un qualsiasi diritto ad unirsi civilmente con una persona del nostro stesso sesso? Altrove realtà, qua un miraggio e una pretesa assurda.

Via | Donna10

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: